La Lepre – Le Fonti

9,80

COD: 8427a7e1cafd Categoria:
Alcol:
Denominazione:
Formato:
Momento per degustarlo:
Passaggio in legno:
Temperatura di servizio:
Annata:
Tipo di agricoltura:

Descrizione

Caratteristiche

Il colore ricorda nettamente il rosso rubino, con qualche riflesso violaceo. Entra con sensazioni olfattive  floreali di violetta, seguiti da sentori fruttati di amarena e di susina rossa matura. Il palato è equilibrato e giustamente tannico, di buona persistenza.

Alla Fattoria Le Fonti sanno come corre la lepre, anche perché i vigneti circostanti ospitano molti di questi saltellanti animaletti. E il vino della casa della Fattoria Le Fonti prende il nome dal coniglio, il “Lepre”, che ovviamente è raffigurato anche sull’etichetta della bottiglia di vino. Il “La Lepre” è ottenuto da uve Sangiovese con una miscela di Merlot – a seconda dell’annata dal 5 al 15 per cento. Come sempre queste uve, che crescono naturalmente negli stessi vigneti della tenuta, vengono raccolte a mano. Queste sono uve pregiate, ma vogliono offrire un vino quotidiano meno invecchiato, fuori dalla DOCG. La successiva fermentazione avviene in serbatoi di acciaio inox per preservare gli aromi fruttati. La Lepre matura poi per otto mesi in botti di rovere francese usate, dopodiché viene imbottigliato il “giovane Lepre”. La zona intorno al piccolo comune di Panzano è stata negli ultimi anni nominata “distretto del biologico d’Italia” dalla stampa internazionale del vino. Più di due decenni fa i viticoltori di Panzano formavano lʻUnione di Viticoltori di Panzano. Uno degli obiettivi dell’Unione è la coltivazione biologico-sostenibile dei vigneti. Anche i vigneti di Vicky e Guido sono certificati biologici. 

Vini tipici della Toscana – i migliori di Panzano

Cantina

La fattoria è condotta dalla famiglia Schmitt-Vitali dal 1994. Le Fonti è una piccola azienda che produce circa 40-50.000 bottiglie all’anno.  Tutta la filiera della produzione vitivinicola – dalla potatura alla commercializzazione – è seguita direttamente dalla famiglia, che si avvale di pochi ed esperti collaboratori.

Dal 1994 sono stati reimpiantati tutti i vigneti con viti selezionate per il nostro terreno e la nostra posizione. Le cantine sono state completamente ristrutturate e ci sono state introdotte nuove tecnologie per produrre vini di qualità superiore.

I vigneti di Le Fonti sono situati a ferro di cavallo intorno all’azienda e direttamente sotto il paese di Panzano. Dal 1994 tutti i vigneti sono stati reimpiantati con piante selezionate per la nostra zona, altitudine e tipo di terreno.

Seguono l’idea dell’agricoltura sostenibile per mantenere e rispettare l’integrità dell’ambiente e nostri vigneti e uliveti sono certificate biologico con l’ente ICEA. Noi crediamo fortemente che un buon vino inizi nella vigna. Ci prendiamo molta cura delle nostre vigne e solo l’uva migliore finisce in cantina.

Le vigne sono piantate su un terreno misto di scisto, argilla, sabbia e sassi –anche detto Galestro. Ogni parcella ha leggere variazioni nel terreno e abbiamo selezionato le piante più adatte per ogni vigneto. L’85% delle nostre vigne sono con uve Sangiovese e il resto è diviso fra Merlot e Cabernet Sauvignon. Abbiamo aggiunto alcuni anni fa una piccola vigna di 200 piante di Malvasia e Trebbiano per fare un ottimo passito che sarà sul mercato dal 2018 in poi.

FATTORIA LE FONTI | Unione Viticoltori Panzano

 

 

Abbinamento

La sua freschezza e buona acidità lo rendono l’ideale accompagnatore dei pasti quotidiani come la pasta e la pizza.

Pizza surgelata