Barolo Chinato – Vajra

39,50

COD: 7fed16400bcf Categoria:
Alcol:
Regione:
Denominazione:
Formato:
Momento per degustarlo:
Passaggio in legno:
Temperatura di servizio:

Descrizione

Caratteristiche

Rubino intenso. Al naso si offre con la freschezza tipica dei nostri Baroli, con una trama di rosa e ciliegie mature, su cui si svolge un’altalena di erbe di montagna e scorza di arancia. In bocca, giustamente amaro e persistente. Bellissimo come digestivo o sposato al cioccolato amaro.
Tipo di terreno: Marne calcaree, bianche e blu , intercalate da residui rocciosi, di circa un milione di anni fa.

Cantina

La famiglia Vajra coltiva dal 1880 il Bricco delle Viole, il cru più alto del Comune di Barolo, e alla giovane età di quindici anni Aldo Vajra ha abbracciato il sogno di far rivivere la sua eredità di famiglia. Mostrando una visione e un impegno che vanificano la sua giovane età, rilevò la tenuta nel 1968, voltando pagina.

Aldo acquisì presto la prima certificazione biologica della regione (1971), un’ulteriore testimonianza della lungimiranza e della mentalità radicata di questa fantastica azienda sulla viticoltura progressiva e sulla vinificazione. Creò selezioni massali di biotipi (selezioni massali) di Nebbiolo e Dolcetto, aprì la strada alla rinascita della Freisa, un’uva nobile ma dimenticata (1980) e alla coltivazione del Riesling renano in Piemonte (1985). I vigneti di alta quota sono un fattore unico per i vini Vajra, per la loro attitudine ad esprimere finezza e notevole complessità rispetto alla potenza.

Attenzione ai dettagli e umiltà verso la natura, impegno senza compromessi e umanità: così sono Aldo e Milena, ora affiancati dai figli Giuseppe, Francesca e Isidoro, e da un fantastico team di giovani professionisti.

Barolo, i vini di Aldo Vajra - la Repubblica

Abbinamento

Da provare l’abbinamento con un grande cioccolato fondente, oppure da solo, chiacchierando in compagnia.

Il cioccolato fondente contro tumori e ictus - Buonissimo