L’arpent De Vaudons Sauvignon Blanc Touraine – Domaine Mérieau

15,00

COD: 5eb70fcccabd Categoria:
Alcol:
Passaggio in legno:
Formato:
Annata:
Temperatura di servizio:
Momento per degustarlo:

Descrizione

Caratteristiche

Colore giallo luminoso con toni argentei. Esprime un comparto olfattivo con guizzi di pompelmo, sambuco e kiwi, e soffici folate di scorza di cedro. Saporito all’assaggio si rivela fresco e di buona vivacità, struttura coerente e dal calore appagante. Conclusione orientata sulle note fruttate.

Questo Touraine prodotto con la varietà Sauvignon Blanc in vigne di età tra i 10 e 60 anni con agricoltura sostenibile suolo calcareo argilloso ad un altitudine di 120 metri. La vendemmia è  manuale, pressatura pneumatica, lievito naturale in autoclave, invecchiamento di 7 mesi in vasca.

Un arpent è una misura antiquata del terreno che ha preceduto la rivoluzione francese e si riferisce a diversi piccoli appezzamenti di viti vecchie di Sauvignon Blanc di 60 anni che sono la base di questa cuvée. Viene raccolta a mano, fermentata da lieviti indigeni in vasche di acciaio inox e affinata in vasca per sette mesi con alcune fecce rimescolanti.

Il Domaine Mérieau si trova sulle rive dello Cher, a Saint-Julien de Chédon. Tra Montirchard e Blois, dove si coltivano circa 35 ettari di vigneto. Si trovano a loro agio sui pendii e beneficiano di un ideale soleggiamento con un’esposizione Sud-Sud-Est. Le vigne più vecchie hanno 80 anni, coltiviamo vitigni vari e variegati come Gamay, Menu Pineau, Chardonnay, Arbois o Cabernet. Questo  permette di offrire 15 cuvée agli amanti dei vini della Loira nei vini rossi, rosati, bianchi e spumanti La cantina Mérieau è così antica che non sono mai riusciti a datarla! I nostri vini più pregiati vengono qui maturati in botti di rovere.

La piccola storia

Alla fine della seconda guerra mondiale, Georgina si ritrova vedova. Fu in seguito a sua iniziativa che venne creata la tenuta e, con l’aiuto della figlia Paulette e del marito Jean, sviluppò il vigneto, l’allevamento e la vendita, il figlio Jacky prese a sua volta le redini della tenuta. Inizia un percorso di crescita qualitativa. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il suo impegno nella ristrutturazione della tenuta che è quella che conosciamo oggi. Negli anni 2000, Jean-François lascia i suoi studi a Bordeaux e va a lavorare nel vigneto sudafricano. . Si è poi trasferito nella tenuta di famiglia e ha riscoperto i terroir della sua terra natale. Lavora la terra arando, raccogliendo le uve manualmente a mano e potando severamente per dare una seconda vita alle viti, gestisce ancora i 35 ettari coltivati ​​in collina con metodi di vinificazione tradizionali. È consapevole dell’impatto dei prodotti utilizzati per il trattamento delle viti e gestisce in modo ragionato il proprio vigneto.

JEAN FRANCOIS MERIEAU - Foto di Domaine Merieau, Montrichard - Tripadvisor

Abbinamento

Adorabile con ostriche, crostacei e molti piatti a base di pesce o verdure. Provalo anche su un formaggio di capra, sarà fantastico.

Goditi un po ‘di refrigerio, anche per l’aperitivo.

Ostriche, come mangiarle nel modo corretto - www.stile.it