Champagne Terre D’Irizée Extra Brut Régis Poissinet

55,00

COD: 7d3e68e4fbd2-2 Categoria:
Alcol:
Denominazione:
Formato:
Momento per degustarlo:
Passaggio in legno:
Temperatura di servizio:

Descrizione

Caratteristiche

Terre d’Irizée è una cuvée ottenuta dall’assemblaggio di più annate.
Questo champagne ti porta in un viaggio nel cuore del terroir dello Champagne Régis Poissinet, cogliendone tutte le sottigliezze. Il matrimonio armonioso tra lo Chardonnay (16%) e il Meunier (84%) ci dona quella freschezza e quel fruttato. Sentori di scorza di agrumi, pesca bianca e nettarina deliziano il naso. Al palato c’è una struttura vibrante, giusta con una consistenza morbida, leggermente salina. La lunghezza in bocca è notevole, ricordando l’amarezza succosa del frutto della passione.Il vino viene affinato in botti di rovere e in tini. Le bottiglie sono dosate molto leggermente (2g/l).

Queste bottiglie sboccate nel giugno 2018 sono composte dal 39% di vini di riserva.

Emozione al suo apogeo!

L’incarnazione dell’arcobaleno nella mitologia greca, Iris, messaggera degli dei, simboleggiava il legame tra la terra e il cielo, tra l’uomo e gli dei.

Irizée è la primissima cuvée della nuova era dello Champagne Régis Poissinet. E come nostro ambasciatore incarna perfettamente la nostra visione, il nostro impegno
e i nostri valori. Luminoso, retto e dallo spirito libero, ma saldamente radicato nel suo terroir, trascende le convenzioni con l’audacia.

Già dal primo sorso offre una sensazione di grande armonia, di unità con questo immenso vino che scivola sul palato come seta.L’impressione in bocca è diversa dalle altre: delicata ma generosa,
salina e fruttata, fresca e strutturata, sottile ma di notevole persistenza, Irizée ci riconcilia con tutti i paradossi. Perfettamente equilibrato e di straordinaria eleganza, affascina con la
sua energia e la vibrante verticalità.

Cantina

L’equilibrio delle stagioni

“Il vigneto di Champagne Régis Poissinet, con 7 ettari di cui 35 appezzamenti, assomiglia a un giardino dove piante e animali selvatici si esprimono liberamente. Il terreno viene arato, lavorato e arricchito con compost vegetale. Garantiamo inoltre la tutela delle viti utilizzando esclusivamente metodi naturali.
Possediamo tutti i requisiti necessari affinché i vitigni possano esprimere tutta la ricchezza del loro terroir.”

La tenuta di sette ettari di Champagne Régis Poissinet, impiantata in terreni calcarei argillosi e alluvionali calcarei della Valle della Marna, è a conduzione familiare dal 1947.

Le vigne, che hanno in media 33 anni di età, sono distribuite su 35 parcelle intorno ai villaggi di Cuchery, Baslieux, Leuvrigny, Troissy e Mareuil le Port.
Il vitigno principale è il Pinot Meunier, completato da Chardonnay e un po’ di Pinot Nero. 

“La nostra rinuncia all’uso degli erbicidi ha segnato l’inizio di questa trasformazione e oggi preservare la biodiversità
è al centro delle nostre preoccupazioni quando lavoriamo i terreni. Fauna e flora ora prosperano liberamente e lo scambio che avviene
tra il suolo e l’apparato radicale delle viti è stimolato grazie alla presenza di una grande varietà di microrganismi viventi. Una condizione essenziale affinché il terroir affermi la sua piena espressione nelle nostre uve.”

E il nostro uso dei cavalli nelle viti non ha nulla di bizzarro o pittoresco, ma è semplicemente un’estensione del nostro ragionamento.
Per noi il loro lavoro è impagabile nell’aerare la terra su pendii ripidi altrimenti inaccessibili. Questo animale sensibile e potente contribuisce a suo modo anche alla dinamizzazione della preziosa vita microbica del suolo. Una viticoltura rispettosa richiede una vinificazione rispettosa. In Champagne Régis Poissinet siamo spinti da una vera passione per i nostri vini che produciamo e maturiamo con lo stesso rispetto per la natura, la stessa sensibilità e libertà di spirito. Adottiamo un approccio individuale per ogni tino e ogni botte, accompagnando piuttosto che intervenire, comprendendo la necessità di fare un passo indietro e lasciare che il vino evolva nel modo più naturale possibile. Questo è il nostro credo.

I nostri champagne sono brillantemente incisivi, con un’energia e un frutto sorprendenti. Si esprimono in modo diretto, disadorno e autentico, ma sempre con la massima eleganza. Esiste un’assoluta armonia di equilibrio tra freschezza e struttura che crea un’emozione intensa.

Con l’arrivo di Régis alla guida del Domaine, il vigneto sta vivendo un vero e proprio cambiamento culturale.
Coltivato nell’assoluto rispetto dell’ambiente naturale, e dell’equilibrio intrinseco dei vitigni, ha conquistato la libertà di esprimere tutta la finezza e l’immensa ricchezza del terroir.

Fin da bambino, quando trascorreva le sue giornate nei vigneti di famiglia , Régis Poissinet ha sempre avuto una vera passione per la natura.
Quindi è stato del tutto naturale che, all’età di 14 anni, abbia scelto di fare i primi passi sulla strada per diventare un coltivatore e produttore di champagne. Durante molti anni di apprendistato ha osservato il lavoro nei vigneti
e le tecniche di vinificazione impiegate dai diversi produttori.

Ha considerato le diverse possibilità, gli argomenti pro e contro, i vincoli e le idee in voga. Ha studiato il loro impatto sulle viti, sull’uva e sul vino, e alla fine ha forgiato la sua opinione.

Nel 2011 Regis ha avviato la metamorfosi culturale della tenuta, oggi in fase di conversione alla viticoltura biodinamica su tutti i suoi sette ettari. È assecondato da suo figlio Maxime e da un team totalmente impegnato, che è lieto di partecipare a questa avventura tanto impegnativa quanto entusiasmante!

 

Abbinamento

Crudino di pesce, tra scampi e gamberi di Mazara e tartare di tonno rosso.