Les Grands Champs Touraine – Domaine Mérieau

16,00

COD: c6ef58b47e8a Categoria:
Alcol:
Formato:
Momento per degustarlo:
Passaggio in legno:
Temperatura di servizio:
Annata:

Descrizione

Caratteristiche

Rubino fitto, una ventata di amarena sotto spirito, inaugura un variopinto concerto di profumi: pepato, floreale, minerale, tostature e smalto questa cuvée cammina sul filo del rasoio tra i suoi dolci aromi di frutta e la struttura dei suoi tannini e acidità. Prosegue equilibrato lungo un tannino ben ponderato.

Miscela di Cot (Malbec) e Cabernet Franc, Les Grands Champs viene raccolto a mano e fermentato da lieviti naturali in vasche di cemento. Viene affinato per 10 mesi in cemento seguito da almeno un anno in bottiglia prima della commercializzazione.

Questo Touraine composto dalle varietà Malbec e Cabernet Franc viene prodotto da vigne tra i 25-60 anni, con agricoltura sostenibile e suolo calcareo argilloso, gessoso, un ‘altitudine di 120 metri. Le uve vengono raccolte manualmente , poi la diraspatura, aggiunta di lievito naturale in vasca, follature manuali, macerazione 35-42 giorni. Prosegue l’affinamento di 10 mesi in vasche di cemento, fino a dodici mesi in bottiglia prima della commercializzazione.

Il Domaine Mérieau si trova sulle rive dello Cher, a Saint-Julien de Chédon. Tra Montirchard e Blois, dove si coltivano circa 35 ettari di vigneto. Si trovano a loro agio sui pendii e beneficiano di un ideale soleggiamento con un’esposizione Sud-Sud-Est. Le vigne più vecchie hanno 80 anni, coltiviamo vitigni vari e variegati come Gamay, Menu Pineau, Chardonnay, Arbois o Cabernet. Questo  permette di offrire 15 cuvée agli amanti dei vini della Loira nei vini rossi, rosati, bianchi e spumanti La cantina Mérieau è così antica che non sono mai riusciti a datarla! I nostri vini più pregiati vengono qui maturati in botti di rovere.

La piccola storia

Alla fine della seconda guerra mondiale, Georgina si ritrova vedova. Fu in seguito a sua iniziativa che venne creata la tenuta e, con l’aiuto della figlia Paulette e del marito Jean, sviluppò il vigneto, l’allevamento e la vendita, il figlio Jacky prese a sua volta le redini della tenuta. Inizia un percorso di crescita qualitativa. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il suo impegno nella ristrutturazione della tenuta che è quella che conosciamo oggi. Negli anni 2000, Jean-François lascia i suoi studi a Bordeaux e va a lavorare nel vigneto sudafricano. . Si è poi trasferito nella tenuta di famiglia e ha riscoperto i terroir della sua terra natale. Lavora la terra arando, raccogliendo le uve manualmente a mano e potando severamente per dare una seconda vita alle viti, gestisce ancora i 35 ettari coltivati ​​in collina con metodi di vinificazione tradizionali. È consapevole dell’impatto dei prodotti utilizzati per il trattamento delle viti e gestisce in modo ragionato il proprio vigneto.

JEAN FRANCOIS MERIEAU - Foto di Domaine Merieau, Montrichard - Tripadvisor

Abbinamento

Carni rosse e formaggi da giovani. Bere con salsa, uccelli selvatici e cibi più ricchi quando sono maturi.

Può invecchiare dai 5 ai 10 anni, a volte anche di più in annate eccezionali

Costata di manzo alla griglia - Modular Professional