J’ose Les Fines Bulles Touraine – Domaine Mérieau

18,50

COD: 4f423a16609d Categoria:
Alcol:
Formato:
Momento per degustarlo:
Passaggio in legno:
Temperatura di servizio:

Descrizione

Caratteristiche

Giallo paglierino sfavillante, solcato da un perlage fine. Il bouquet al naso è variegato di sentori fruttati , dal ribes bianco al bergamotto, dalla pesca bianca al le erbe aromatiche.

In bocca entra deciso, secco, l’evidente freschezza e sapidità non sembrano scalfirne la cremosità.  Ritorni agrumati e balsamici, vino deciso.

Questo Touraine prodotto con la varietà Menu Pineau, Chenin Blanc, Chardonnay proviene da vigneti di età tra i 15-30 anni gestiti con agricoltura sostenibile,  il suolo è Calcareo argilloso ad un’altitudine di 120 metri.  La vendemmia è manuale, pressatura pneumatica, lievito naturale in autoclave, resta 24 mesi sulle fecce fini prima della sboccatura poi altri 12 mesi in bottiglia.

Questo vino è prodotto allo stesso modo di un metodo Champagne.  A base di 60% Menu Pineau ,  30% Chenin e 10% Chardonnay  piantati su terreni argillosi calcarei, Jean François ha gli ingredienti perfetti per fare il vino spumante. 

Il Domaine Mérieau si trova sulle rive dello Cher, a Saint-Julien de Chédon. Tra Montirchard e Blois, dove si coltivano circa 35 ettari di vigneto. Si trovano a loro agio sui pendii e beneficiano di un ideale soleggiamento con un’esposizione Sud-Sud-Est. Le vigne più vecchie hanno 80 anni, coltiviamo vitigni vari e variegati come Gamay, Menu Pineau, Chardonnay, Arbois o Cabernet. Questo  permette di offrire 15 cuvée agli amanti dei vini della Loira nei vini rossi, rosati, bianchi e spumanti La cantina Mérieau è così antica che non sono mai riusciti a datarla! I nostri vini più pregiati vengono qui maturati in botti di rovere.

La piccola storia

Alla fine della seconda guerra mondiale, Georgina si ritrova vedova. Fu in seguito a sua iniziativa che venne creata la tenuta e, con l’aiuto della figlia Paulette e del marito Jean, sviluppò il vigneto, l’allevamento e la vendita, il figlio Jacky prese a sua volta le redini della tenuta. Inizia un percorso di crescita qualitativa. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il suo impegno nella ristrutturazione della tenuta che è quella che conosciamo oggi. Negli anni 2000, Jean-François lascia i suoi studi a Bordeaux e va a lavorare nel vigneto sudafricano. . Si è poi trasferito nella tenuta di famiglia e ha riscoperto i terroir della sua terra natale. Lavora la terra arando, raccogliendo le uve manualmente a mano e potando severamente per dare una seconda vita alle viti, gestisce ancora i 35 ettari coltivati ​​in collina con metodi di vinificazione tradizionali. È consapevole dell’impatto dei prodotti utilizzati per il trattamento delle viti e gestisce in modo ragionato il proprio vigneto.

JEAN FRANCOIS MERIEAU - Foto di Domaine Merieau, Montrichard - Tripadvisor

Abbinamento

Aperitivo, con finger food, salumi emiliani e sfogliatine al formaggio!

Ricetta Sfogliatine salate con pere e fontina - Cucchiaio d'Argento